HOME Chi siamo Dove siamo Grafica e libri Cooperazione Corsi Media Education Tempo Libero
Cronaca
Pronti ad assicurare la gestione ordinaria sino alla nomina del nuovo vertice. Domani l'assemblea dei sindaci
Situazione ormai insostenibile: si dimette il cda del Parco del Ticino
Mario Pacali | 28 giugno 2018

"Preso atto che lo stato delle cose non permette più una cogestione fattiva e produttiva”, il consiglio di gestione del Parco del Ticino si è dimesso al completo, a partire dal presidente Gian Pietro Beltrami (nella foto). Domani il documento siglato da presidente e consiglieri, verrà sottoposto all'assemblea dei sindaci dell'ente. Alla luce degli scontri in atto da mesi in seno al consiglio di gestione e "dalla mancanza di fiducia reciproca fra Presidente e la maggioranza dei consiglieri”, si è ritenuto "essere nell'interesse collettivo” le dimissioni. "Laddove la Comunità lo ritenesse utile”, i componenti del consiglio di gestione "sono disponibili ad assicurare l'ordinaria amministrazione e il disbrigo degli affari correnti dell'Ente sino all'insediamento del nuovo Consiglio che si auspica avvenga in tempi brevi, per scongiurare un regime di commissariamento dell'Ente che si ritiene non solo poco utile, ma mortificante per la storia ultra quarantennale del Parco Lombardo della Valle del Ticino”.

Commenti